Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Rifiuti nella Piana del Sele, il PCI di Eboli denuncia la mancanza di un progetto serio

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

Attraverso un comunicato stampa il PCI di Eboli ha voluto esprimere la propria opinione e le proprie perplessità su quanto sta accadendo in queste settimane in merito alla questione rifiuti che ancora una volta si trova a mettere in ginocchio la Piana del Sele.

Questo il comunicato:

“La questione rifiuti continua la sua parabola.
La Regione Campania, deputata alla gestione dei rifiuti, continua la sua latitanza scaricando responsabilità a casaccio. Le forze politiche si limitano a timidi dissensi da social.
I Sindaci dei territori, tra contestazioni più o meno formali e assenze assordanti, come quella dei Sindaci di Battipaglia e Capaccio, non si è ben capito cosa vogliano fare.
Il sentore è che non si sia ben compreso che tutto è frutto della mancanza di un progetto serio e definitivo sul ciclo integrato dei rifiuti in Campania.
Affrontare, ancora, il problema dei rifiuti, andando alla disperata ricerca di territori, in spregio a ciò che rappresentano, colpendone le risorse, con gravi impatti per l’ambiente e per la salute pubblica, non deve più essere concepito.
La questione delle tonnellate di rifiuti destinati al nostro territorio, fatta passare come soluzione temporanea e transitoria, è un’offesa non più sopportabile dalla gente della Valle del Sele, che meriterebbe attenzioni politiche, amministrative e anche della giustizia non temporanee e non transitorie.
E allora, ci è dato capire come si intende affrontare la questione affinché lo scenario non si ripeta?
L’astensione del PD sulla delibera dello scorso consiglio comunale dove si legge che “é doveroso formulare una ferma protesta ed opposizione rispetto a scelte calate dall’alto” è o no sintomo che le scelte del potente di turno non debbano essere contrastate e chi se ne frega dei cittadini che li hanno votati?
Possono candidarsi alla guida dell’amministrazione del nostro territorio se non si assumono responsabilità e non assumono alcuna posizione di difesa dello stesso?”

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar