Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Eboli, progetti bocciati e fondi persi. Il Pd: “due progetti, si rischiano di perdere 4 milioni di euro”

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 4 minuti

EBOLI. (Comunicato stampa) “Due Progetti presentati dalla Giunta Conte non sono stati ammessi alla finanziabilità e la Città rischia di perdere, così, oltre 4 milioni di euro per due interventi chiave per la comunità: scuola e sicurezza. Non si è riusciti difatti ad ottenere né il finanziamento per la riqualificazione- urgentissima – del Plesso Scolastico “B. Lauria” né quello per la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza, fondamentale per fronteggiare l’emergenza sicurezza in corso. Questi cattivi risultati, al di là dall’esito dei paventati ricorsi – che pure hanno un costo per la comunità – mettono in luce debolezze e lacune dell’Amministrazione e gettano ombra sulle promesse urlate in campagna elettorale.

Viviamo gli anni cruciali dei finanziamenti copiosi, utili a recuperare gap di sviluppo e benessere. Un’occasione storica, forse irripetibile; un banco di prova della Politica; una sfida che i cittadini non possono permettersi di perdere. Per nessun motivo. Meno che mai per impreparazione o sciatteria amministrativa né tantomeno accontentandosi dell’argomentazione offerta relativa al fatto che, nonostante ogni giorno si replichino incendi, spaccio, furti e rapine non abbiamo ancora delinquenza sufficiente a farci meritare un impianto di videosorveglianza! La verità è che qualcosa non ha funzionato. E sarebbe necessario ammetterlo anziché insistere a praticare lo sport tutto politichese dello scaricabarile.

Si faccia esercizio di umiltà (questa sconosciuta!) prendendo atto degli errori commessi e da lì si riparta, correggendo il tiro e aprendosi ai contributi altrui (evidentemente necessari).

Fino al 2026, con una maggiore consistenza nel 2022, i bandi si moltiplicheranno. Tuttavia ad ora la città non sa – se non a bocciatura avvenuta – come si stia muovendo in merito la maggioranza, se e a quali bandi stia lavorando.
Non è più possibile procedere in questo modo perché è un modo perdente.

Siamo convinti che, soprattutto quando si tratta di intercettare risorse preziose in grado di ridisegnare il volto delle città, è necessaria la massima condivisione e trasparenza attraverso un coinvolgimento – finora inesistente – di tutte le forze politiche, di maggioranza e di opposizione, e della cittadinanza attiva.

Per questo motivo il Partito democratico chiede di istituire con massima urgenza una Commissione Consiliare Speciale che si occupi della valutazione e del monitoraggio degli obiettivi del PNRR e di tutti gli altri canali di finanziamento utili alla Città.

Riteniamo difatti che scelte tanto importanti per la Città non possano essere affidate alla sola Giunta – nominata dal Sindaco e non eletta dagli elettori – ma debbano essere condivise e vagliate dal Consiglio Comunale, organo istituzionalmente deputato alla programmazione e all’indirizzo politico.

Aprendo ai Consiglieri eletti si potrà costruire una partecipazione più sana ed autentica, oltre che vincente; pronta ad accogliere i contributi dei cittadini, degli enti e delle associazioni interessate agli interventi finanziabili ; garantire un iter più rigoroso nella redazione dei progetti, nel loro vaglio e nel loro controllo al fine di ridurre il rischio di errori dalle conseguenze tanto gravose per la Città .

Confidando nello spirito fattivo della condivisione di tutti, il Partito Democratico si dichiara sin da ora pronto alla massima ed imprescindibile collaborazione nell’interesse esclusivo della nostra città”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar