Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Via al trasferimento dei rifiuti tunisini a Serre: inizia la protesta pacifica

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

PIANA DEL SELE. Inizia la protesta di cittadini ed istituzioni locali contro il trasferimento dei rifiuti tunisini dal porto di Salerno al comprensorio di Persano. La decisione, imposta da Regione e Provincia nei giorni scorsi, ha visto le ordinanze di diversi comuni, che vietavano l’arrivo dei tir sul territorio, venire sospese.

Stamane quindi i mezzi pesanti sono partiti dal porto del capoluogo con meta il cuore verde della Piana del Sele. Alcuni cittadini di diversi comuni sono giunti sul posto con striscioni per protestare pacificamente. In loco anche il sindaco di Eboli, Mario Conte, che ha commentato la vicenda.

“Ci aspettavamo uno schieramento massiccio delle forze dell’ordine. Proprio per questo abbiamo voluto evitare una presenza elevata di cittadini, per non andare incontro a tensioni. Ora noi sindaci del territorio abbiamo il compito di monitorare i lavori in modo che i rifiuti vengano velocemente smaltiti. Chiediamo inoltre lo smaltimento anche di altri rifiuti stoccati sul posto”.

Infine la richiesta condivisa da tanti sindaci della Piana è quella di cessare di utilizzare il territorio come una sorta di cestino dei rifiuti per la Regione Campania.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar