Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Tenta di lanciarsi nel vuoto, poi si taglia la gola: dramma a Battipaglia, grave 23enne

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

BATTIPAGLIA. Dramma in mattinata a Battipaglia dove un ragazzo di soli 23 anni ha tentato di togliersi la vita lanciandosi nel vuoto, per poi rimanere gravemente ferito alla gola. Il tutto è avvenuto nelle prime ore di questa domenica, in via Carbone. La città dormiva ancora, erano le 6.00 circa, quando il giovane, che vive con madre, sorella e nonna, ha detto di volersi togliere la vita. I familiari hanno tentato di farlo desistere, ma lui è uscito dall’appartamento ed ha cercato di lanciarsi dalla finestra che affaccia nella rampa di scale del palazzo.

Quanto i suoi parenti l’hanno fermato, lui ha tentato di divincolarsi. Nel farlo ha rotto la finestra con la testa, rimanendo incastrato e procurandosi una ferita profonda alla gola con i cocci di vetro infranto. La perdita di sangue è stata copiosa. Fortunatamente sul posto sono giunti in pochi minuti sia i soccorsi del 118 sia i carabinieri della compagnia di Battipaglia.

I sanitari l’hanno trasportato prima verso il nosocomio locale, dove è stato sottoposto ad un intervento, per poi trasferirlo presso il “Ruggi” di Salerno, dove ora rimane in prognosi riservata. Le sue condizioni sono gravi ma non sembrerebbe essere in pericolo di vita.

Ancora ignoti i motivi che avrebbero spinto il 23enne al gesto. Adesso spetterà ai militari dell’Arma cercare di ricostruire il quadro della dinamica.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar