Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Aveva aggredito i carabinieri con un taglierino e poi era scappato: 34enne arrestato a San Gregorio Magno

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

SAN GREGORIO MAGNO. E’ stata ricostruita la dinamica dell’aggressione nei confronti di due carabinieri avvenuta, ieri mattina, a San Gregorio Magno, dove un 34enne è stato arrestato per tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale.

In particolare, l’uomo, dopo aver minacciato alcuni suoi familiari per farsi consegnare un’ingente somma di denaro, ha opposto resistenza nei confronti dei militari dell’Arma, giunti nel frattempo presso la sua abitazione, minacciandoli con un coltello e successivamente fuggendo nelle campagne circostanti. Subito è iniziato l’inseguimento. E così i militari, dopo averlo raggiunto, hanno tentato di disarmarlo e di riportarlo alla calma ma senza alcun risultato, venendo così, due di loro, accoltellati alle braccia e alle gambe. Poi il 34enne ha aggredito anche un altro militare facendolo cadere a terra e pugnalandolo più volte alla testa e ha tentato di ferirlo al petto, senza però riuscirci.

I militari, per difendersi, hanno esploso due colpi di pistola che hanno ferito l’uomo alle gambe. Quest’ultimo però, nonostante le ferite, ha ripreso la fuga salendo sul tetto di un casolare di campagna, da dove ha continuato a minacciare gli uomini in divisa. Solo dopo l’intervento di squadre specializzate del comando provinciale dei carabinieri di Salerno, dotate di Taser, il 34enne si è arreso.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar