Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Eboli, accorpamento dei reparti: la Fisi chiede immediata revoca della disposizione

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

EBOLI. “Con la presente, l’organizzazione sindacale scrivente chiede l’immediata revoca della disposizione di cui all’oggetto (accorpamento dei reparti di Chirurgia ed Urologia nda.). Le motivazioni risiedono nel fatto che il rimedio trovato, un accorpamento, aggraverebbe la problematica. Infatti, con la presenza di soli 2 chirurghi non è possibile gestire la vastità e la complessità dei casi di chirurgia d’urgenza. Il tutto esporrebbe il personale Medico di Urologia, già in carenza, a rischi di malpratiche dovute a carenze strutturali e possibili errori pratici in operazioni o cure dovuti a carenza di formazione nella specialistica.

A pagare dazio, inoltre, potrebbero essere i cittadini che si servirebbero della struttura e che troverebbero personale impreparato o con scarsa esperienza. È proprio il caso di dire che il rimedio trovato è peggiore del male.

Non è da trascurare l’impatto che questa disposizione genera sul personale Medico a tempo determinato e indeterminato che starebbe già valutando di dimettersi dall’incarico e che così facendo metterebbe a serio rischio l’esistenza non solo della Chirurgia, ma anche della Urologia. Per tali motivi, quindi, vi invitiamo a revocare l’atto adottato e a trovare soluzioni differenti previste già dall’atto aziendale in vigore e dal Piano Ospedaliero”. 

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar