Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Eboli, commissariamento del Piano di Zona: la risposta al vetriolo della maggioranza alle accuse dell’opposizione

/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

EBOLI. “Dopo essere stati al governo della città e aver prodotto tanti problemi al Piano di Zona di Eboli, hanno anche la spudoratezza di commentare, attribuendo all’attuale amministrazione comunale il commissariamento degli atti 2020.
Forse un “ripasso” farà loro bene.

In merito al Piano di Zona è noto a tutti il grande caos e le diverse inchieste per appalti poco trasparenti e gestione quantomeno “opaca”.

Ogni atto, carta, documento, azione del Piano di zona va valutato in maniera rigorosissima. Ci siamo trovati una situazione a dir poco disastrosa. Mancata programmazione 2019, 2020 e, ovviamente, 2021. Mancata erogazione dei buoni spesa covid 2020. Nessuna gara espletata per una serie di servizi che l’ambito doveva erogare.

Abbiamo fatto un lavoro imponente recuperando gran parte dei ritardi. Immediatamente la programmazione 2019, ovviamente a rendiconto, è stata presentata, evitando la prima minaccia di commissariamento. I buoni spesa 2020 erogati per Natale. Poi è stata la volta per i successivi, quelli del 2021, gran parte dei quali erogati entro Pasqua.
Sono state avviate le due gare di assistenza specialistica nelle scuole e domiciliare per gli anziani che non si effettuavano da anni.

Abbiamo ottenuto fondi per i servizi sociali dal Pnrr. Un milione di euro per la sola Eboli, 4 milioni per l’intero ambito. Oltre i due milioni di euro per l’housing sociale in favore dei lavoratori agricoli. Abbiamo poi avviato e stiamo per portare a termine la costituzione della nuova azienda consortile grazie alla quale non avremo più problemi di organico né di bilancio.

E oggi il Partito Democratico cosa fa? Vuole incolpare questa amministrazione per le problematiche generate dalla sua gestione politica. Si è al paradosso! Intanto tra lunedì e martedì si proverà a risolvere anche il problema del commissariamento.

Gli atti 2020 saranno inviati alla regione. E sarebbe assurdo che la stessa procedesse in un commissariamento divenuto palesemente inutile.

La spudoratezza di chi chiede dimissioni a caso, come l’ex Presidente del Consiglio Rosamilia, che si è distinta per aver sostenuto ben 3 candidati a Sindaco in pochi mesi prima di accasarsi nel PD, e l’ex Vice Sindaco Di Benedetto, scaricato dalla stessa Rosamilia in fase elettorale, è incommentabile. Che dire dell’ex assessore Masala che pare sia sconcertato dalle dichiarazioni del nostro assessore ma non dalla bufera giudiziaria che ha travolto il Piano di zona e non solo? Continuano ad arroccarsi su posizioni imbarazzanti. Dov’erano quando il Piano di zona andava a fondo tra appalti poco trasparenti per 11 milioni e concorsi pilotati?

In certi casi è meglio stare in silenzio, ma pur di apparire si dicono baggianate”.

(comunicato stampa)

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar