Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Bonus 200 euro: i requisiti e le modalità per ottenerlo

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

NAZIONALI. Il bonus spetta a lavoratori dipendenti e autonomi, pensionati, disoccupati. A chi serve l’autocertificazione? Il Decreto Aiuti prevede un’indennità una tantum da 200 euro tramite i datori di lavoro nella retribuzione del mese di luglio 2022. Il bonus spetta a lavoratori dipendenti e autonomi, pensionati, disoccupati. Ai lavoratori subordinati servirà l’autocertificazione.

Cosa scrivere sull’autocertificazione?
L’indennità verrà riconosciuta ai dipendenti previa dichiarazione del lavoratore in cui afferma “di non essere titolare delle prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18”, ossia di non percepire pensione e Reddito di cittadinanza.

Bonus 200 euro: limite di reddito
I 200 euro verranno riconosciuti a tutti i lavoratori dipendenti pubblici e privati, purché venga rispettato il limite della retribuzione mensile di 2.692 euro, cioè 35.000 annuali.

Quanti bonus si possono avere?
Il bonus 200 euro spetta ai dipendenti una sola volta, anche se hanno più rapporti di lavoro. In questo caso, potranno chiederlo a un solo datore dichiarando di non aver già fatto una richiesta uguale ad altri.

Che succede a chi chiede più bonus?
Se il lavoratore chiedesse indebitamente più bonus, l’Inps comunicherà a ciascun datore ‘truffato’ la quota parte dell’indebita compensazione effettuata, per la restituzione all’Istituto e il recupero verso il dipendente.

(fonte AdnKronos)

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar