Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Salerno, “Buonissimi”: raccolti oltre 153 mila euro per la ricerca scientifica sul tumore pediatrico

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

SALERNO. E’ la bontà d’animo di tutti che determina il successo di Buonissimi 2022. Emozioni, suggestioni, abbracci, sorrisi ma anche piatti, pizze, dolci e profumi che s’intrecciano e diventano numeri, quelli che fanno bene al cuore. Ieri sera alle Rocce Rosse del Lloyd’s Baia Hotel, oltre mille persone hanno testimoniato di essere Buonissimi, sposando in pieno la causa dell’evento benefico ideato e promosso dall’Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma – OPEN OdV, realizzata con il sostegno della Fondazione Giuseppe Marinelli, l’energia infaticabile delle event manager Paola Pignataro e Silvana Tortorella, dedicato alle eccellenze enogastronomiche del Mediterraneo per nutrire la ricerca scientifica.

Il risultato è da capogiro: più di 1000 porzioni servite per ognuna delle 150 realtà tra chef stellati, pizzerie, friggitorie che hanno sostenuto il charity event, idem per i bicchieri distribuiti dalle postazioni cocktail bar e consorzi di tutela del vino della Campania. Niente plastica, stoviglie riciclabili, tutti i materiali utilizzati erano biodegradabili e compostabili, così da poter essere eliminati insieme agli scarti e ai rifiuti alimentari. E ancora: 500 paia di infradito di gomma donate da Rossella Anaclerico Shoes che hanno regalato sollievo ad altrettante signore concedendo loro di sfilare i tacchi e passeggiare a piedi nudi negli oltre 2500 metri quadri sea front. Qui, dopo le 23, spazio alla musica dei Quisisona Band e poi di deejay Mario Nicastro. Ma la cifra più bella è quella raggiunta che si traduce in una speranza di guarigione per i bambini.

Quasi 154 mila euro che saranno destinati al progetto biennale di ricerca CHANCE (Five hundreds CHildren with cANCErs) dell’Istituto di ricerca CEINGE di Napoli, per conoscere il panorama dell’ereditarietà genetica nel cancro infantile e facilitare lo sviluppo dei trattamenti personalizzati.

Felicissimi di tornare a presentare la serata gli amici Pippo Pelo e Adriana Petro, impeccabili nell’essere timonieri sul palco di messaggi di gratitudine, speranza e spensieratezza.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar