Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Infiltrazioni criminali nel settore edile: firmato il protocollo presso la Prefettura di Salerno

/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

SALERNO.Firmato questa mattina in Prefettura il protocollo per la legalità e la prevenzione dei tentativi di infiltrazione criminale nel settore edile. L’accordo, firmato dal prefetto Francesco Russo e dal presidente dell’Ance Aies Salerno Vincenzo Russo, si pone l’obiettivo di incrementare l’azione di prevenzione e contrasto ai fenomeni di infiltrazione delle organizzazioni criminali nel settore edile e si ricollega all’accordo stipulato fra Ministero dell’Interno ed Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili). A partecipare all’incontro anche il Questore di Salerno, Giancarlo Conticchio, ed i Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri, Gianluca Trombetti, e della Guardia di Finanza, Oriol De Luca.

Nello specifico il protocollo d’intesa firmato oggi permetterà alle aziende che vi aderiranno di consultare la banca dati Antimafia. In tal modo le imprese potranno verificare che i partner commerciali abbiano un “profilo antimafia” privo di elementi ostativi. Un tema centrale in vista dell’arrivo dei fondi del Pnrr, ai quali saranno collegati numerosi appalti e cantieri.

“Mai come ora – ha sottolineato il presidente di Ance Salerno, Vincenzo Russo – occorre impegnarci tutti affinché questa grande occasione per la nostra provincia non venga inquinata dalla criminalità”. “Un’intesa – ha aggiunto il prefetto Francesco Russo – che costituisce un ulteriore tassello del percorso avviato dalla Prefettura di Salerno a tutela dell’economia legale della filiera edilizia, da sempre esposta agli appetiti delle organizzazioni criminali. Con l’Accordo sottoscritto proseguiremo nella direzione di rafforzare l’azione di prevenzione amministrativa antimafia e i presidi di legalità nelle attività economiche”. Massimo sostegno anche dal Questore Giancarlo Conticchio: “La cultura della legalità va alimentata anche con la sottoscrizione dei protocolli, che rappresentano la dimostrazione del grande lavoro di squadra”. I comandanti provinciali Trombetti e De Luca hanno invece ribadito il sostegno di Carabinieri e Guardia di Finanza a tali iniziative. “Dai carabinieri – ha sottolineato Trombetti – vi è la costante disponibilità e l’assoluta condivisione delle finalità”. “Anche la Guardia di Finanza – ha aggiunto De Luca – è pronta a fare la sua parte mettendo a disposizione la propria competenza di polizia economico-finanziaria a servizio del Paese”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar