Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Rimozione dell’amianto dall’ex tabacchificio di Pontecagnano: l’Udc chiede sospensione dei lavori

/
/
/

Tempo di Lettura: 1 minuto

PONTECAGNANO FAIANO. È ancora polemica sui lavori di rimozione dell’amianto dall’ex tabacchificio Ati di via Italia a Pontecagnano Faiano. Ad intervenire, stavolta, è il comitato cittadino dell’Udc (di cui fa parte l’ex sindaco Ernesto Sica) che chiede la “sospensione a titolo precauzionale dei lavori”, che in nella prima fase – partita nella giornata di oggi – prevedono l’incapsulamento dell’amianto.

Alla base della richiesta la necessità, da parte dei cittadini, di conoscere “tutte le misure di prevenzione e protezione adottate dall’impresa per la tutela della salute dei cittadini, comprese le azioni in caso di sinistro o imprevisto”. “L’intervento di rimozione – si legge nella nota – libera la città da un potenziale rischio ambientale ma sarebbe stato opportuno pianificarlo in una stagione climatiche che avrebbe arrecato un disagio sostenibile”. In poche parole: “I cittadini chiedono la garanzia che le operazioni siano svolte in maniera tale da non aumentare il carico di inquinanti a danno della salute di tutti”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar