Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Battipaglia, proposta referendum sulla pompa di benzina: le precisazioni di CivicaMente

/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

BATTIPAGLIA. Proposta di referendum cittadino sulla realizzazione della pompa di benzina nei pressi del Liceo “Medi”. Dopo la conferenza tenuta stamane a Palazzo di città, sulla questione interviene anche CivicaMente, che tiene a precisare la sua posizione al riguardo. 

Di seguito la nota:

“Pur riconoscendo il valore enorme di ogni tipo di sostegno a favore della battaglia contro il distributore di carburante di via Domodossola, ci teniamo a precisare, in seguito a quanto affermato dai rappresentanti del PD e del PSI alla conferenza stampa di stamane, che non siamo tra i sostenitori del referendum consultivo proposto.

Abbiamo ritenuto, fin dai primi passi della movimentazione popolare di essere “rappresentanti” e non “promotori” di un sentimento della cittadinanza, mettendoci al fianco del comitato “prima Battipaglia” e sostenendo la petizione popolare per cui si stanno raccogliendo le firme da due settimane, insieme a cittadini, negozianti della zona, studenti e associazioni. Il nostro impegno in tal senso sarà quello di presentare quante più firme è possibile allo scadere dei “30 giorni di studio” chiesti dal Sindaco, a supporto di quanto sostenuto sinora, in attesa della pronuncia del Tar sul ricorso presentato.

Non vorremmo che, con la scusa del referendum consultivo, che ricordiamo non essere vincolante per l’amministrazione ma esprime soltanto un parere, al pari della petizione, qualcuno possa provare a buttare la palla in tribuna in attesa dei tempi di sviluppo dello strumento democratico, rinviando ulteriormente l’assunzione di scelte e di responsabilità. In ogni caso, ribadendo quanto specificato all’inizio, riteniamo che ogni forma di strumento a sostegno della lotta sia auspicabile.

Ci sembra però corretto precisare, come comunicato ampiamente alle segreterie del PD e del PSI, che non sosterremo attivamente questo referendum e che non possiamo fregiarci dell’onore di esserne tra i promotori.

Ne approfittiamo nuovamente per invitare i cittadini a sostenere in ogni modo questa mobilitazione, ognuno con le sue sensibilità e con gli strumenti che ritiene più idonei. Non importa come, basta che si resta tutti uniti verso l’obiettivo comune.
Questa lotta è molto più grande di una semplice presa di posizione contro un distributore di benzina. È la scelta del volto che si vuole dare al futuro della città”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar