Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Battipaglia, qualità del mare: l’amministrazione incontra gli operatori turistici

/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

BATTIPAGLIA. La qualità delle acque di balneazione è il tema posto al centro dell’ultimo incontro tra l’Amministrazione e alcuni operatori turistici del litorale cittadino tenutosi ieri presso Palazzo di Città.

Durante il confronto si è fatto il punto sullo stato di avanzamento dei lavori relativi al completamento delle infrastrutture dedicate al ciclo della depurazione.

In particolare relativamente al “Grande Progetto – Risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali della Provincia di Salerno – COMPARTO N.5”, opera della Provincia di Salerno che dovrebbe garantire, tra l’altro, il collettamento definitivo dei reflui civili di gran parte di Montecorvino Rovella, Macchia, Bellizzi e Belvedere, direttamente al depuratore di Fuorni, la Sindaca Cecilia Francese ha assicurato il suo diretto intervento su RFI per acquisire il nulla osta mancante per la disciplina delle interferenze tra la infrastruttura fognaria in costruzione e la rete ferroviaria; già stamane i vertici tecnici di RFI raggiunti direttamente dalla Sindaca hanno garantito sulla procedura un celere riscontro.

E’ atteso invece per metà settembre l’inizio dei lavori, a cura del nostro gestore idrico ASIS spa, relativi al collettamento dei reflui civili dell’intera zona agricola e litoranea di Battipaglia verso il depuratore di Coda di Volpe.

Con l’Assessore all’Ambiente Vincenzo Chiera si è fatto prima il punto sul nuovo modello di raccolta differenziata dei RSU, che ha riguardato anche gli stabilimenti balneari, per poi passare al tema della sostenibilità ambientale delle attività del settore primario della Piana del Sele (quarta gamma e zootecnia) e delle ricadute negative sulla risorsa mare che purtroppo si registrano a tutt’oggi.

L’Assessore Chiera, ha manifestato la necessità di attuare un programma ad ampia scala, che interessi la piana del Sele ed il bacino idrografico sotteso e di conseguenza che coinvolga tutti i Comuni interessati, con l’obiettivo di maggior tutela sia della qualità dell’ambiente idrico superficiale che di quello sotterraneo. Di questa iniziativa che richiede tempi medi l’Assessore si farà parte attiva per favorirne lo sviluppo nelle sedi opportune.

Per quanto attiene le misure a breve, la Sindaca Cecilia Francese ha annunciato al riguardo l’avvio a breve di un tavolo di confronto permanente con gli operatori economici del Settore Primario e con il coinvolgimento di Centri di Ricerca di eccellenza per mettere a punto di concerto buone pratiche che mirino a salvaguardare la qualità generale dell’Ambiente ed il valore delle produzioni.

L’invito rivolto a tutti, a partire dalle articolazioni della stessa Istituzione Comune, passando per le aziende private sino ad arrivare ai singoli cittadini, è appunto quello di promuovere e tenere comportamenti virtuosi che mirino innanzitutto a tutelare la generale qualità dell’ambiente, ad innalzare la qualità della vita e a creare un clima maggiormente favorevole per le produzioni di eccellenza della Piana.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar