Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Incendio in litoranea a Battipaglia, Cairone: “Avevamo chiesto al comune di intervenire”

/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

Nella serata di ieri, sulla zona litoranea di Battipaglia, nei pressi del noto Aqua Farm, si è sviluppato un incendio causato dalle alte temperature di questi giorni e dalla presenza di numerose sterpaglie nella zona che fungono da miccia in presenza di una qualsiasi fonte di calore e danno vita a fiamme alte, molto pericolose in quanto nella zona circostante si sviluppa parte del turismo della zona con case estive e numerosi lidi. Per domare le fiamme alte si è reso necessario l’intervento dei vigili del Fuoco.

Quanto accaduto non è una novità soprattutto in questa zona, e a denunciare per l’ennesima volta quanto accaduto è il Consigliere Comunale Alessio Cairone che denuncia l’abbandono di questi metri quadri di terra da parte dei privati che vanno a creare situazioni non poco pericolose e soprattutto denuncia la scarsa attenzione dell’amministrazione comunale che ogni anno non interviene per tutelare quella zona ormai soggetta ad eventi del genere

“Le certezze nella vita sono poche, ma sicuramente tra queste possiamo inserire la pericolosità dell’abbandono di questa terra da parte dei privati.” così esordisce il Consigliere Comunale.
“Ci troviamo sulla litoranea, nel Comune di Battipaglia, nei pressi dell’Aqua Farm. Puntualmente ogni anno questa terra viene lasciata abbandonata dai privatie, complice il caldo, complice la presenza di sterpaglie ed erba secca risulta essere soggetta facilmente a improvvisi incendi anche di modeste dimensioni che diventano un vero pericolo per i lidi e i campeggi circostanti e ovviamente per tutti i turisti che vengono nelle nostre zone a trascorrere momenti di relax, interrotti da questi brutti episodi totalmente evitabili.”


“Puntualmente ogni anno” – continua Alessio Cairone –  “comunico e chiedo all’ufficio ambiente del Comune di Battipaglia di intervenire nei confronti dei proprietari che lasciano abbandonate a se stesse queste terre e di procedere in autotutela alla pulizia di questa zona proprio per impedire pericolose situazioni come quella avvenuta nella serata di ieri. Purtroppo, ancora una volta, nulla è stato fatto e ancora una volta siamo stati costretti ad assistere ad un altro incendio tra il disinteresse totale di questa amministrazione”

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar