Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Ha perso la sua battaglia contro il tumore, Palomonte piange la scomparsa di Adriano a soli 24 anni

/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti


L’intera comunità di Palomonte si stringe nel dolore per la morte di Adriano Chiola. Il giovane, di appena 24 anni, era affetto da un grave tumore al cervello, scoperto per caso nel 2016, dopo degli accertamenti a seguito di un incidente stradale.

Nelle scorse settimane l’intera cittadinanza si era mobilitata per sostenere le spese per la cura sperimentale a cui avrebbe dovuto sottoporsi all’estero. Una vera e propria gara di solidarietà che, in soli 10 giorni, aveva raccolto oltre 10 mila euro. Ma il destino crudele ha strappato alla vita Adriano prima che il giovane potesse sottoporsi all’operazione.

I funerali si terranno lunedì alle 10 presso la chiesa Madre Santa Croce di Palomonte. La comunità si stringe ora attorno al dolore della famiglia.

Il sindaco Felice Cupo ha proclamato il lutto cittadino in segno di cordoglio per la prematura scomparsa di Adriano Chiola. “Giovane ben voluto e amato da tutti”, si legge nel documento. Bandiere a mezz’asta. Dalle ore 9 di domani, 12 settembre, alle ore 14, si invita alla sospensione di tutte le attività sul territorio comunale. Sospese per domani tutte le manifestazioni.

“La morte di un giovane colpisce tutti, ci rende impotenti e ci spinge a riflettere. – si legge sulla pagina social del Comune – Il primo pensiero è per Adriano, per i progetti che non ha potuto realizzare, poi per tutta la sua famiglia, per il dolore immenso e per lo sforzo che dovranno fare per colmare questo immenso vuoto”.

Infine il pensiero alla famiglia affranta dal dolore: “La più commossa vicinanza alla famiglia in questa prova della vita così dura e difficile da superare”.

“La speranza era in una cura sperimentale dai costi elevati, oltre 40 mila euro, dopo che quelle tradizionali non erano riuscite ad ottenere il risultato sperato. Per questo tantissimi cittadini si erano adoperati per raccogliere generosamente la cifra è consentire a questo ragazzo e alla sua famiglia di affrontare questo tentativo.

Ma nel giorno in cui la cifra si annunciava come raggiunta, all’improvviso Adriano ha smesso di vivere. Il suo cuore, che ha mosso i cuori di tantissime persone, si è fermato. Resta il grande gesto di solidarietà che innanzitutto i territori del Tanagro e del Sele hanno mostrato. Come azienda consortile Agorà S10 siamo vicini alla sua famiglia, alla sua comunità. Buon viaggio Adriano”, il cordoglio dell’azienda consortile Agorà S10.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar