Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Battipaglia, nuovo Puc: presentata la proposta approvata in giunta

/
/
/

Tempo di Lettura: 4 minuti

BATTIPAGLIA. Presentato questa mattina, nell’Aula Consiliare, il nuovo PUC (Piano Urbanistico Comunale) approvato dalla giunta comunale guidata dalla sindaca Cecilia Francese. In una sala gremita di studenti, cittadini e tecnici la prima cittadina, accompagnata dalla vicesindaca Gabriella Catarozzo e dagli assessori Vincenzo Chiera, Silvana Rocco e Paolo Palo, ha illustrato i sette punti sui quali si muove il ridisegno urbanistico di Battipaglia. Presenti i responsabili dell’Ufficio Tecnico Comunale guidati dal dirigente ingegnere Carmine Salerno, gli ingegneri Franco Ruggiero, Alfredo Tartaglia e Attilio Busillo nonché gli architetti Anna Iorio, Modesto Lembo, Daniele Marzullo e Fausto Dragonetti.

«Dopo 50 anni finalmente la giunta adotta una proposta di piano e questo è un dato storico – dice la sindaca Cecilia Francese -. Voglio ringraziare sia la precedente amministrazione, i consiglieri che hanno contribuito ad arrivare a questo punto e la nuova amministrazione. E’ un piano che abbiamo iniziato ad immaginare nel 2017. Ci siamo dati delle linee guida con l’architetto De Notaris e da quelle linee guida su tre impostazioni principali: limitato consumo di suolo, impatto ambientale ed ecologico e il recupero degli standard per i servizi da dare alla città».

Su questi indirizzi è stata sviluppata la gara per individuare i redattori del PUC. Gara che è stata vinta dal raggruppamento composto dalla società MATE e dall’architetto Antonio Oliviero. Acquisiti tutti i dati, hanno sviluppato un preliminare che è stato adottato in giunta, Da qui sono partiti i due procedimenti che viaggiano in parallelo, cioè la formazione del Piano e la Valutazione Ambientale Strategica. Con l’adozione dello schema di proposta di Piano questi due procedimenti si aprono alle osservazioni dei cittadini che devono essere in linea con i sette schemi direttori che il preliminare ha individuato.

«Viene fuori questa proposta di piano che può essere anche stravolta dalle osservazioni che cittadini, associazioni, tecnici possono apportare entro sessanta giorni – dice ancora la prima cittadina -. Sette le direttrici di sviluppo individuate dal Piano: fascia costiera, parco fluviale, rigenerazione del quartiere Belvedere, asse ferroviario, asse Statale 18, rigenerazione del quartiere Sant’Anna e il parco delle colline. Vorrei anche ringraziare l’ex assessore Giampaolo Lambiase che grazie al suo contributo determinante ci ha consentito di arrivare all’approvazione di questa proposta di PUC».

I tempi per le osservazioni partono dal 3 ottobre prossimo, come ha sottolineato il dirigente dell’Ufficio Tecnico ingegnere Carmine Salerno, e sarà possibile presentare le proposte fino al 2 dicembre 2022.

«Si tratta di una proposta flessibile – ha affermato Carmine Salerno -. Il PUC si forma proprio in questo momento. E’ una proposta sicuramente non esaustiva e sicuramente migliorabile grazie al contributo di tutti».

Le tavole e tutto il materiale necessario per visionare e per approntare proposte di modifica al nuovo PUC sono disponibili sul sito istituzionale al seguente link:

https://www.comune.battipaglia.sa.it/openweb/trasparenza/pagina.php? id=69&CSRF=f0f9c3a2de815c8b0920d27cb070b723.

Nelle prossime settimane si svolgeranno ulteriori incontri per confrontarsi con le categorie interessate e i cittadini anche con la presenza dei redattori del Piano con a capo l’ingegnere Antonio Olivieri, oggi impossibilitati a partecipare alla presentazione nell’Aula Consiliare.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar