Ad Clicks : Ad Views :

Baba Vanga, la mistica bulgara che ha previsto catastrofi per il 2021

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 7 minuti

Entro marzo ci sarà una nuova catastrofe.

Baba Vanga (in bulgaro: Баба Ванга) è stata una veggente nata nel 1911, , il cui nome vero era Vangelija Pandeva Dimitrova (Вангелия Пандева Димитрова) e con cognome da sposata di Gušterova (Гущерова). Nacque a Strumica il 31 gennaio1911 e morì a Sofia l’11 agosto1996,  stando a quanto dice la sua pagina Wikipedia. Ha vissuto gran arte della sua vita a Rupite, un villaggio montano del distretto di Blagoevgrad, nel sud-est della Buglaria. Da sempre al centro controverse attenzioni, e stando a quanto riportato da Notizie.it, la chiaroveggente ha lasciato molte premonizioni del futuro, quello che oggi ci troviamo a vivere e anche più in la, su come sarà la vita delle persone.

Durante la seconda guerra mondiale iniziò ad avere dei seguaci, i quali l’hanno sempre considerata in possesso di abilità paranormali. Volevano semplicemente sapere dove fossero i loro cari, se erano ancora vivi o meno.

Grazie a loro le sue visioni sono arrivate a noi oggi. Essendo analfabeta ha cercato di tramandarle tramite questi. Le sue doti le hanno però attirato anche molte critiche, tanto da farla entrare in contrasto col clero ortodosso locale dell’epoca.

La veggenza di Baba Vanga per il 2021

Baba Vaga ha lasciato una spaventosa profezia per il 2021, dove parla di crisi, malattie e grandi disastri per l’umanità. Secondo quanto da lei predetto, malattie infettive e altre immanità determineranno una sostanziale diminuzione della popolazione mondiale.

Potrebbe essersi sbagliata per l’anno che sta per terminare, dilaniato dal Coronavirus. Ma la chiaroveggente ha parlato anche di attentati e tragedie per personaggi illustri, come la morte del presidente russo o di un attentato sventato a quello statunitense.

La sua profezia sul prossimo anno si conclude con “molti cataclismi e grandi disastri. La coscienza delle persone cambierà. Arriveranno tempi difficili. Le persone saranno divise dalla loro fede”.

La visione del lontano futuro

La “maga” bulgara ha anche predetto come sarà il nostro futuro, e se dovesse essere così, dopo terribili sofferenze dovrebbero arrivare tempi floridi per l’intera razza umana. La vera esistenza nel cosmo sarà scoperta e all’improvviso sarà chiaro come sia apparsa per la prima volta la vita sul pianeta Terra.

Nei prossimi duecento anni ha profetizzato la fratellanza del popolo umano con “fratelli spirituali di altri mondi“, in un mondo dove i treni voleranno “usando la luce solare”, mentre la produzione di benzina si fermerà e il nostro Pianeta finalmente si potrà riposare dallo sfrenato consumismo a cavallo tra i due secoli. La previsione, tanto epocale quanto anacronistica, sembra essere la seguente: “Un drago forte conquisterà l’umanità. I tre giganti si uniranno. Alcune persone avranno denaro rosso. Vedo i numeri 100, 5 e molti zeri”.

Speriamo tanto che Baba Vanga si sbagli di grosso sul 2021, ma che ci abbia visto giusto sul futuro lontano del Pianeta Terra e dell’umanità.

La veridicità delle sue profezie

Ha iniziato ad avere un seguito mediatico quando sono iniziate ad uscire le profezie di Sylvia Browne sul covid-19, in un manoscritto del 2008 dal titolo “The End of Days”, in cui si parla realmente di un virus respiratorio nel 2020 (Fonte: The Guardian). Lo si è spiegato con il fatto che spesso persone scrivono sul futuro, e non sempre ci vedono giusto.

I cosiddetti “cospirazionisti” hanno iniziato a marciarci su ed è così che scavando, anche non troppo con la complicità di fonti importanti internazionali (quale il tabloid inglese Express), sono tornate alla ribalta le profezie della mistica di Rupite.

A stigmatizzare però questa controversa figura è stato il più che attendibile Bufale.net, il quale conferma sì che Baba Vanga abbia lasciato delle profezie (la maggior parte molto apocalittiche) sul futuro, ma anche che si tratta pur sempre di leggende metropolitane. Vocii tramandati di bocca in bocca, senza alcuna fonte certa.

Ovviamente bisogna andarci cauti, perché si tratta di una persona esistita realmente senza alcun documento su cui rivalersi. In parole povere, potrebbe svegliarsi domattina il suo vicino di casa del piccolo villaggio bulgaro e raccontare qualche testimonianza fasulla su eventuali presagi di cui le aveva parlato la veggente balcanica quando era ancora in vita.

In ogni caso, la sensoriale bulgara ha una sua statua a Rupite, ed ancora oggi molte persone vanno nello sperduto villaggio per onorarla, o per semplice curiosità.

© Tripadvisor

Nel 2016 è stato persino girato un film biografico su di lei, dall’omonimo titolo Baba Vanga, di produzione (strano a dirsi) bosniaco-polacca. Racconta la sua storia da quando perse la vista per un incidente, cosa che la aiutò però a “vedere” in modo diverso. 

La vita e le visioni della profetessa balcanica Baba Vanga che ricorda quando perse la vista ma iniziò a vedere.

Fonte: My Movies

This div height required for enabling the sticky sidebar