Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Campagna: cacciatore scoperto con una pistola modificata e più di 400 cartucce, denunciato

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti


Ancora un’operazione antibracconaggio in provincia di Salerno. In azione il personale del Nucleo Provinciale Guardie Giurate Accademia Kronos ed il personale dell’ENPA di Salerno in stretta collaborazione con militari dell’Arma dei Carabinieri. Nel mirino delle verifiche il territorio del Parco Regionale dei Monti.

Giunti in località Lauropiano, nonostante la presenza dei divieti, gli agenti hanno scoperto che ignoti avevano posizionato un richiamo acustico riproducente il verso della quaglia.

Sul posto, dopo ore di attesa, sono arrivate anche due persone a bordo di un fuoristrada, con numerosi cani da caccia. Sono quindi scattati i controlli ed il conducente è stato sanzionato per aver transitato con il proprio mezzo al di fuori delle strade sterrate, in violazione a quanto previsto dal Regolamento del Parco Regionale dei Monti Picentini. Gli stessi cacciatori hanno fatto sapere che all’interno del fuoristrada vi erano delle cartucce. Sono stati quindi allertati anche i militari del comando stazione competente per gli accertamenti di rito: i due uomini sono stati identificati e all’interno del fuoristrada sono state scoperte circa 485 cartucce calibro venti oltre una pistola a salve modificata.

Il conducente del mezzo è stato denunciato per aver detenuto una pistola a salve modificata e sanzionato per aver introdotto all’interno del Parco Regionale dei Monti Picentini materiale esplosivo senza apposita autorizzazione.

Al termine delle attività, i militari procedevano anche al sequestro a carico di ignoti del richiamo acustico riproducente il verso della quaglia.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar