Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Campagna: contrasto del bracconaggio del taglio abusivo di alberi

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

Controlli al tappeto nel Parco Regionale dei Monti Picentini. In azione la polizia Municipale di Montella, Carabinieri Forestali e Guardie Accademia Kronos dei Nuclei di Avellino e Salerno. Nel mirino delle verifiche degli ultimi giorni il contrasto del bracconaggio del taglio abusivo di alberi ed al controllo degli animali di affezione.

Il controllo, iniziato alle prime luci dell’alba, ha visto la partecipazione di tre squadre per complessivi dodici agenti che hanno accuratamente controllato gran parte del territorio ricadente nel perimetro del Parco Regionale dei Monti Picentini.

Le verifiche hanno interessato anche il vicino comune di Campagna. Nel corso degli interventi sono stati controllati numerosi cani padronali, la regolare iscrizione all’anagrafe canina nonché le modalità di detenzione. Verificate anche alcune persone trovate a campeggiare all’interno del perimetro del parco, i proprietari di 12 autoveicoli poiché intenti a raccogliere e trasportare legna ed i proprietari di cinque fuoristrada poiché transitavano su strade sterrate all’interno del parco.

Durante i controlli gli agenti, oltre al rinvenimento di un cane vagante, il cui recupero e successivo controllo consentiva di accertare la presenza del microchip ed avviare indagini sul legittimo proprietario, gli agenti hanno scoperto, per strada, all’interno dell’area parco, otto bossoli di carabina 308 Winchester.

“Un calibro ed un tipo di arma normalmente utilizzata nell’attività di caccia agli ungulati (cinghiali) che alla luce della sua potenza e dell’enorme gittata può costituire un enorme pericolo per chi ignaro dovesse trovarsi anche a grande distanza nell’area di caccia – hanno spiegato le guardie – L’operazione conclusasi nel tardo pomeriggio consentiva di fornire importanti indicazioni a numerosi fruitori dell’area parco sulle corrette modalità di fruizione ma, anche sanzionare alcuni trasgressori”, le parole del personale.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar