Mercato San Severino, un angolino per i cittadini più piccoli: arriva il baby point

Condividi sui social!

MERCATO SAN SEVERINO. Si chiama baby point ed è la stazione di sosta ideata per le mamme alla ricerca di un angolo riservato ove accudire il neonato, allattare o cambiare il pannolino al bimbo, in piena tranquillità e nel rispetto della privacy.

L’iniziativa, promossa dall’Assessorato alle politiche sociali del Comune di Mercato S. Severino, guidato da Giuseppe Albano, è stata formalizzata con l’approvazione della recente deliberazione di Giunta Comunale, che delinea il progetto e ne definisce i contenuti.

“ E’ un progetto ” – dice l’assessore alle politiche sociali Giuseppe Albano – “ già attuato in molte città italiane ed europee, finalizzato alla ricerca del comfort ed alla garanzia del benessere per le famiglie. Prevede l’istituzione di punti di sosta riconoscibili grazie alla presenza di un apposito logo che identifica lo spazio e la destinazione. Il servizio, completamente a misura di mamma e bambino, sarà istituito presso la sede municipale, individuando un’area dedicata fornita di fasciatoio e degli arredi necessari, delimitata da un separè. Pensiamo anche all’eventualità di uno sponsor che supporti il logo di riconoscimento : ed a questo proposito, mi preme sottolineare che, da qui a breve, il Comune pubblicherà un avviso per invitare gli operatori commerciali del nostro territorio ad aderire alla proposta dell’Amministrazione ed istituire il baby point all’interno dell’esercizio in cui si svolgono l’attività. Una delle finalità è’ anche quella di favorire e promuovere l’allattamento al seno, il modo piu’ naturale per alimentare i bimbi fino a sei mesi di vita.”

“Riteniamo importante andare incontro” – chiude il sindaco Antonio Somma –“alle esigenze di mamme e bimbi, mostrando sensibilità verso temi sentiti ed offrendo la possibilità di costruire ed assegnare uno spazio attrezzato, per realizzare il quale non occorre molto in termini di spesa, solo oculatezza, praticità, buon senso e spirito di comprensione. L’iniziativa rientra tra le attività nell’ambito delle politiche a favore della famiglia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *