Leva obbligatoria, Cirielli: “giuste motivazioni, ma si riparta da servizio volontario”

Condividi sui social!

SALERNO. “Condivido le motivazioni che spingono il ministro dell’Interno Matteo Salvini a chiedere la reintroduzione della leva obbligatoria. Perchè ritengo sia fondamentale ricordare ai giovani italiani che oltre i diritti esistano anche i doveri e inoltre l’obbligo di difendere la Patria è previsto nella Costituzione. Ed è giusto che lo Stato insegni come difendere la Patria. Tuttavia, suggerirei al ministro dell’Interno di finanziare l’istituzione di una guardia nazionale su base volontaria, come esiste in tantissime Nazioni; una sorta di servizio militare volontario. D’altro canto viene finanziato un servizio civile ed è giusto finanziare anche quello militare”.

Lo afferma Edmondo Cirielli, Questore della Camera dei Deputati e responsabile Giustizia di Fdi.

“Bisognerebbe ripartire dall’esperienza positiva “mini naja” rifinanziando l’idea messa in campo dall’allora ministro della Difesa Ignazio La Russa” – spiega Cirielli, ricordando che “è già stata depositata nella legislatura 2008-2013 (marzo 2013) una proposta di legge di Fratelli di Italia, approvata all’unanimità in commissione Difesa, che ripristina il servizio militare su base volontaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *