Stuprata nel milanese una giovane donna residente a Salerno in cerca di lavoro

Condividi sui social!

Violentata e stuprata questo è l’epilogo di una triste storia che vede come sfortunata protagonista una giovane ragazza moldava di soli 24 anni.

La ragazza vive a Salerno con sua mamma e da tempo è in cerca di lavoro, così tramite Facebook in una pagina di annunci per colf, viene contattata per una mansione da badante, in provincia di Milano. Ad attenderla li però non c’era nessun posto di lavoro, ma solo un lurido uomo di 39 anni di origini rumene che una volta avuto in pugno la giovane donna nel suo appartamento ha abusato di lei senza alcuna pietà.

La storia.

Il 39enne l’ha chiamata al telefono spacciandosi per un intermediario. Dopo una settimana di trattativa hanno fissato l’appuntamento per il 26 agosto. Lei è arrivata a Milano e poi si è recata nell’appartamento dell’uomo per il colloquio di lavoro. Qui si è consumata la violenza durata qualche ora. Al termine dell’incubo, l’uomo le ha detto di risalire su un taxi e andarsene.

La ragazza è stata soccorsa da una donna su una panchina poco distante: aveva il naso fratturato, piangeva e parlava dello stupro. Ha riportato una prognosi di 40 giorni. Per scovare l’aggressore è stato necessario un lungo lavoro di analisi delle celle telefoniche da parte dei carabinieri della compagnia di Corsico. Il 39enne romeno era già destinatario di due mandati di cattura internazionale emessi nel 2016 dalla Romania per una pena complessiva di cinque anni. Eppure in Italia era un fantasma, non era mai stato identificato né controllato. Su Facebook gestiva un profilo falso con le generalità di una donna e tutti i 1.400 contatti erano donne dell’Est Europa.

Fonte: radioalfa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *