Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Battipaglia, Longo (F.I.): “Alla ricerca di una variante urbanistica che dichiari tutta l’area come zona D”

Home / News / Campania / Battipaglia, Longo (F.I.): “Alla ricerca di una variante urbanistica che dichiari tutta l’area come zona D”
img
/
/
/

Comunicato stampa


Il presidente dell’Asi continua a mancare di rispetto al nostro Comune, con un intervento degno della vecchia Unione Sovietica. Nel 2018 ancora si parla di divisione tra logistica e industria, che crea solo contenziosi e guerre inutili.

La realizzazione di un’attività logistica presuppone la compatibilità urbanistica dell’area, che dovrà avere una destinazione di tipo “produttiva industriale”, qualificabile come area “D” ai sensi del D.M. 1444/1962 (in questa direzione l’Ordinanza TAR Lombardia, Milano, Sez.II, del 26.01.2006, n. 171-“l’attività definita…come logistica ha il carattere di attività produttiva”).

Noi siamo per una variante urbanistica che dichiari tutta l’area come zona D. Non vi è più distinzione tra logistica, industria e commercio per l’insediamento.

La differenza si fa nel pagamento degli oneri. Fino a quando non faremo il PUC, l’area dell’ex Interporto ha una potestà condivisa tra Asi, Provincia e Comune.

Condivisa appunto, parola sconosciuta all’Asi. Di certo la programmazione del territorio spetta al Comune di Battipaglia.

Il capogruppo consiliare di F.I. Valerio Longo


 

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar