M5S, Ciarambino: “Smantellamento Polo materno infantile previsto contro la volontà del ministero”

Condividi sui social!

Comunicato stampa


M5S, Ciarambino: “Smantellamento Polo materno infantile previsto contro la volontà del ministero”

“Inaugureremo il reparto con il ministro Grillo e rilanceremo il Loreto Mare”

“E’ assolutamente grave il perseverare del peccato di irresponsabilità perpetrato dal governatore e commissario ad acta alla sanità Vincenzo De Luca, che continua a rimarcare la volontà di smantellare il Polo materno infantile all’Ospedale del Mare, inviando a Roma un piano ospedaliero che prevede il trasferimento dell’intero reparto al Loreto Mare, con grave spreco di denaro pubblico.

La pianificazione prevista con dca 8/2018 è stata oggetto di tre distinte valutazioni ad opera dei ministeri della Salute e dell’Economia all’esito delle quali si è constatato che l’Ospedale del Mare, per la sua futura classificazione di Dea di II Livello, è l’ubicazione naturale dell’area per le emergenze materno infantili. Gli stessi ministeri avevano prescritto alla Regione Campania di prevedere nel nuovo piano la presenza del Polo.

Una prescrizione a cui De Luca non ha ottemperato, incurante anche della volontà espressa dal ministro Grillo che in queste ore ha ribadito ciò che aveva già sostenuto con forza durante la sua ultima visita in Campania, ovvero che non avrebbe mai consentito lo smantellamento del Polo materno infantile”. E’ quanto dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino.

“Realizzato con un investimento di 4 milioni di euro e già fruibile – sottolinea Ciarambino – con il trasferimento dell’intero team assistenziale del Loreto Mare nel nuovo Polo all’Ospedale del Mare le emergenze ostetriche verrebbero gestite secondo gli standard di sicurezza previsti, con la presenza di tutte le specialità di supporto per far fronte alle emergenze più complesse. Una soluzione che ha incontrato il favore delle principali associazioni scientifiche e nazionali di settore. Il Loreto Mare non morirà, come pronosticato da De Luca.

La sua possibile fine sarebbe stata solo l’effetto di un’opera di depotenziamento messa in atto proprio dal Governatore. Con un nuovo commissario al posto di De Luca siamo pronti a collaborare per un piano di rilancio di un nosocomio nevralgico, per posizione e storia, che contribuirà ad arricchire l’offerta assistenziale in città.

Con il ministro Grillo – conclude la consigliera regionale – ci auguriamo di poter tagliare presto il nastro del Polo materno infantile per la cui entrata in funzione abbiamo atteso anche troppo”.


 

Lascia un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: