Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Miasmi a Battipaglia, sopralluogo congiunto Comitato e sindaco di Eboli: non mancano tensioni

Home / News / Cronaca / Miasmi a Battipaglia, sopralluogo congiunto Comitato e sindaco di Eboli: non mancano tensioni
/
/
/

BATTIPAGLIA/EBOLI. Un “blitz” congiunto per risalire nuovamente alla fonte dei miasmi che si stanno intensificando tra i comuni di Eboli e Battipaglia. Il comitato cittadino “Battipaglia dice NO” nella giornata di lunedì ha eseguito infatti un sopralluogo all’impianto di compostaggi insieme al sindaco di Eboli Massimo Cariello.

“(L’aria ndr.) era pestilenziale. Abbiamo chiamato il Sindaco di Eboli, che si è reso subito disponibile ed alle 11:45 una delegazione del Comitato entrava nell’impianto di compostaggio – ha spiegato Raffaele “Cucco” Petrone, portavoce del comitato -. Il cattivo odore avvertito in loco, con serranda impianto maturazione aperto, a nostro avviso è lo stesso avvertito in città stamattina, sia per tipologia che per intensità. Resta da capire, come, a distanza di km, i miasmi risultino così intensi. Opinione del direttore e del responsabile dell’impianto è che il sito di compostaggio possa essere una concausa dei miasmi, i quali raggiungerebbero la insopportabilità, sofferta dai cittadini di Battipaglia, con l’incremento di esalazioni provenienti da altri luoghi di lavorazione e stoccaggio rifiuti organici. Non avendo competenze tecniche, il Comitato invoca, a nome della cittadinanza, che da troppo tempo, con stoicismo, sopporta il disagio: un intervento immediato dell’amministrazione affinché, utilizzando le proprie competenze e la propria autorevolezza restituisca la possibilità di arieggiare le case al mattino, o dormire con le finestre aperte durante le ore notturne nei mesi caldi”.

In sopralluogo congiunto quindi, che vede i due comuni uniti nella ricerca di una soluzione. Non sono però mancate le tensioni, come riportato dallo stesso comitato. Alla base un diverbio tra i membri di “Battipaglia dice NO” ed il Presidente del consiglio comunale di Eboli, Fausto Vecchio.

“Con un intervento provocatorio ed intollerabile del presidente del consiglio comunale di Eboli, abbiamo rischiato di dover rinunziare al sopralluogo. L’insistenza del sindaco Cariello permetteva la continuazione della visita all’impianto“.

È stato il sindaco di Eboli dunque a schierarsi con il comitato battipagliese. Lo stesso portavoce Petrone ha poi stamane ribadito ai microfoni di “Radio Città Eboli” come sia stata “un'”occhiataccia” del primo cittadino” nei confronti del presidente del consiglio a far desistere quest’ultimo.

“Disponibile il sindaco Massimo Cariello, che ringraziamo, molto ostile il Presidente del Consiglio Comunale di Eboli che ha provato a sabotare il sopralluogo tirando fuori, in maniera del tutto strumentale, le vicende provinciali ed insultando il Comitato. Siamo arrivati al “o noi o lui” ed il sopralluogo ha avuto luogo, per fortuna, senza la sua sgradevole (e controproducente) presenza” ha scritto il portavoce del Comitato cittadino.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar