Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Salerno, #IoAccolgo, contro le politiche restrittive de Governo Italiano

Home / News / Campania / Salerno, #IoAccolgo, contro le politiche restrittive de Governo Italiano
/
/
/
TAG:

Salerno, città di sbarchi, di accoglienza e solidarietà non tradisce le aspettative del Comitato territoriale della Campagna nazionale #IoAccolgo promossa per dare una risposta forte ed unitaria alle politiche restrittive adottate dal Governo italiano nei confronti dei richiedenti asilo e dei migranti. In un tempo di grande fragilità sociale, attraversato da intollerabili sentimenti di odio e rancore che rischiano nel quotidiano di lacerare i rapporti tra le comunità geografiche del Paese e tra le nazioni, diventa necessario riaffermare i valori di sussidiarietà e solidarietà costitutivi della nostra identità repubblicana. Queste le premesse, che hanno sollecitato il Comitato promotore di Salerno costituto lo scorso 24 ottobre da Acli, Arci, Caritas, Cgil, Comunità di Sant’Egidio, Fondazione Finanza Etica – Git Salerno, Legambiente, Link Fisciano, Ufficio diocesano Migrantes, Uil e Unione Studenti a dar vita all’iniziativa che stamane ha gremito il Salone dei Marmi di palazzo di Città.
Abbiamo scelto un luogo importante, dichiara Antonio Bonifacio – portavoce del sodalizio provinciale di #ioAccolgo, che evoca in tutti noi il richiamo all’unità tra le persone, alla convivenza civile tra le comunità ed all’unità d’intenti nelle istituzioni.
Rappresentanza istituzionale, folta e qualificata quella che ci ha accolto e sostenuto in questa prima uscita pubblica; infatti, ai saluti dell’amministrazione comunale (presenti anche l’ass. Gaetana Falcone e la consigliera Paola de Roberto), formulati dall’Assessore alla Cultura, Antonia Willburger – che ha rimarcato l’impegno istituzionale nella promozione dell’incontro tra culture e di sostegno alle fragilità sociali attraverso gli innumerevoli Servizi di prossimità che la Città offre, grazie alla strutturata rete pubblico-privata, sono seguiti i saluti di S.E. Mons. Andrea Bellandi, Arcivescovo di Salerno – Campagna – Acerno, che nell’occasione non ha mancato di ricordare quanto riferisce l’evangelista Matteo, tanto caro alla comunità salernitana: “ero straniero e mi avete accolto”…ebbene, l’accoglienza dello straniero in virtù di una fratellanza universale è qualcosa che attraversa i millenni e le culture, perché si tratta di un’istanza profondamente radicata nella natura del nostro essere umani. A ciascuno di noi il compito, oggi urgente e fecondo, di pensare allo straniero come a un essere umano da accogliere e, quando si presenti l’occasione, di accoglierlo. Alle luci della festa, dobbiamo unire e accendere le luci dell’umanità.
Non meno importante, la presenza ed il messaggio rivolto da Hedi Mohamed Khadhraoui, in rappresentanza della Associazione Fratellanza mussulmana; “Accoglienza ed ospitalità sono valori fondanti della comunità musulmana. Il Profeta Muhammad per fuggire dalla persecuzione alla Mecca, cercò rifugio a Medina dove fu accolto. La jijrah (migrazione) del Profeta simboleggia quindi il movimento da terre di oppressione, e il trattamento ospitale incarna il modello islamico di protezione dei migranti e dei rifugiati”
Edificante e di buon auspicio per il futuro la partecipazione di tanti giovani ed in particolare degli alunni delle terze classi degli istituti Ipsoa “R. Virtuoso” (3b) e Liceo Scientifico Da Procida (3e)
Siamo davvero soddisfatti, conclude Bonifacio; abbiamo rivolto a gruppi, movimenti associazioni ed a ciascun cittadino, un invito alla mobilitazione per praticare un gesto di civiltà e buon senso, per ritrovarsi uniti intorno ai valori della solidarietà e convivenza fra popoli, per promuovere insieme una diffusa cultura dell’accoglienza.
L’adesione è stata davvero importante e quasi inaspettata per la generosa partecipazione di tanti cittadini, che liberamente non aggregati, hanno scelto di dotarsi simbolicamente delle coperte termiche che abbiamo distribuito, mostrando ancora una volta il volto di una Salerno attenta e sensibile, non distratta dal luccichio delle luci.
Partiamo da qui per continuare su tutto il territorio della provincia quest’azione di promozione dell’altro e dell’accogliere che è anzitutto uno sforzo ed impegno culturale che deve partire da piccoli gesti di ciascuno di noi. Ringraziamo per ora le tante adesioni ricevute e aspettiamo di accogliere nel comitato le tante altre realtà territoriali che quotidianamente si adoperano per costruire ponti tra popoli e culture diverse.
Hanno aderito al Comitato provinciale (in ordine di registrazione): Associazione Fratellanza Musulmana – Ubuntu – Nuove Generazioni Italiane- Circolo OcchiVerdi Legambiente Pontecagnano – Rete Radia Resh – Associazione E. Rossetto onlus Cava de’ Tirreni – VIS Pangea Salerno – Radio Antenna Migrante – Consorzio La Rada – C.I.F. Centro Italiano Femminile Salerno – Laicato Saveriano – Stella Maris Salerno – Fondazione Comunità Salernitana onlus – Ufficio Pastorale per i Problemi Sociali e il Lavoro Salerno – Progetto Giovani La Tenda – Planum Motis – Zona Orientale Rugby Popolare Salerno – EquAzione Salerno – Equa Tienda Coop. Commercio equo e solidale Salerno – Associazione Migranti Senza Frontiere Salerno – Volontari del Carcere di Salerno – Azione Cattolica diocesana – Manifeste Salerno – Ipotenusa – Osservatorio politiche sociali UniSA – Festa dei popoli Salerno – Associazione di Volontariato OASI onlus – M.o.v.i. Campania – Associazione Senegalesi di Salerno – Domus familia Felix – Missionari Saveriani Salerno.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar