Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Pontecagnano. Al via il progetto: “Il giro d’Italia restando a casa”

Home / News / Campania / Pontecagnano. Al via il progetto: “Il giro d’Italia restando a casa”
/
/
/

Il GIRO D’ITALIA RESTANDO A CASA:

DIDATTICA E TECNOLOGIA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Il Giro d’Italia restando a casa.

Parte da un paradosso l’idea del Prof. Stefano Moriggi, docente del corso Società e Contesti Educativi Digitali presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, che ha deciso di mettere a punto delle lezioni straordinarie (video-lezioni registrate e aule virtuali in streaming per simulazioni, esercitazioni e altro) con insegnanti di scuole di ogni ordine e grado al fine di coinvolgere il Paese in una riflessione sulla tecnologia ai tempi della crisi provocata dal Coronavirus.

Quattro le città coinvolte nel progetto (Pordenone, Ostuni, Latina, Pontecagnano Faiano); migliaia gli uditori che potranno parteciparvi dalle rispettive abitazioni.

Ultima tappa, ma non per importanza, proprio il comune campano, dove il prossimo 27 marzo, dalle ore 12:00 alle ore 13:30, i docenti Daniela Brogna e Carmine Somma dell’I.C. Pontecagnano S. Antonio saranno ospiti di un’aula virtuale in cui si tornerà a parlare di teorie e pratiche della tecnologia ai tempi delle restrizioni imposte dalla corrente epidemia.

Ospite del metacorso, a cui ci si potrà accedere inviando una richiesta al profilo facebook del filosofo ed autore Stefano Moriggi, sarà anche il Sindaco di Pontecagnano Faiano Giuseppe, che così ha accolto l’iniziativa:

“Malgrado le complicazioni di questo periodo, la nostra città è sempre pronta a rispondere “sì” ad iniziative che puntino alla riflessione, che animino i dibattiti, che si interroghino con coraggio e rispondano con coscienza critica alle questioni più pregnanti del tempo che stiamo vivendo. Qualsiasi siano le barriere fisiche, nessuno potrà fermare i “voli” mentali.

Si può viaggiare anche con la fantasia e con l’ingegno e noi lo faremo con un “Giro d’Italia” fuori dagli schemi ma sicuramente degno di essere fatto”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar