Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Sicurezza alimentare ed aiuto alle fasce deboli della popolazione libanese: l’Associazione Campana “Ampio Raggio ODV” ancora protagonista nella terra dei cedri

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

CAMPANIA. La giovane Associazione campana, ancora protagonista nella terra dei cedri a favore della popolazione bisognosa libanese grazie al supporto delle penne nere del Reggimento Logistico “Taurinense”, ha infatti compiuto una nuova importante attività in collaborazione con il centro di assistenza sociale di Ma’rakah.

Nei mesi scorsi, nella città libanese, si è tenuto un corso di sicurezza alimentare coordinato dal Colonnello Veterinario Dott. Marco Bernardoni al quale hanno partecipato oltre 250 donne locali.

Un’attività di supporto a favore del centro di assistenza sociale seguito con attenzione e supportato anche dalla stessa direttrice del centro, la signora Rajan Hassan.

Al corso ha fatto seguito la donazione della giovane organizzazione di volontariato campana, Associazione Ampio Raggio che, supportata dal contingente militare italiano della “Taurinense”, ha consegnato ingenti capi di abbigliamento, giocattoli, generi di prima necessità, materiale didattico e computer desktop alle donne locali e bambini locali. Il tutto per consentire al centro sociale stesso di sostenere le persone bisognose locali ed aiutarle a compiere un passo in avanti verso la digitalizzazione.

Le donazioni sono state rese possibili grazie al progetto umanitario internazionale promosso dall’Associazione Ampio Raggio ODV denominato “Ponte della solidarietà Italia – Libano” al quale hanno attivamente partecipato il Coordinamento Operativo Nazionale Interforze Tutela Ambientale, il Nastro Azzurro Sez. Cremona, l’associazione Nazionale Autieri d’Italia, l’associazione Nazionale Autieri d’Italia sez. Bolzano, l’associazione Cuore Uniti, le Poste di Sant’Antonio Abate, l’Österreichisch-Deutsche Akademie, la sede UIL di Scafati, la Coopagri Salerno e il 3º Circolo Didattico di Scafati che, grazie all’impegno degli studenti coordinati dalla Preside Prof.ssa Rita Maddaloni e dalla vice preside Maria Rosaria Forte, hanno raccolto un ingente quantità di materiale didattico distribuito in questa circostanza.
A coordinare l’arrivo nella terra dei cedri e la donazione del materiale raccolto dall’associazione “Ampio Reggio” è stato il Tenente Colonnello Giuseppe Eccellente, che ha lavorato senza sosta per garantire che il materiale giungesse a destinazione senza intoppi ed ha supervisionato la distribuzione al centro.

Importante anche il ruolo della cellula CIMIC (Cooperazione civile-militare) che ha coordinato egregiamente l’attività.
Soddisfazioni arrivano da tutte le parti del mondo, felici che i giovani militari italiani, nell’ambito della missione UNIFIL Comandata dal Generale Stefano Del Col, con amore e senza risparmio di energie hanno con le loro azioni consentito di alleviare le sofferenze del popolo libanese che attraversa la più grande crisi economica degli ultimi anni.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar