Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Salerno, omicidio Martino: svolta nelle indagini, ha confessato l’ex badante

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

SALERNO. Si sono concluse le indagini sulla morte della 91enne Maria Grazia Martino, ritrovata senza vita nella giornata di domenica nel suo appartamento di Salerno, in via San Leonardo. Gravemente ferita la sorella, Adele, ancora sotto osservazione.

L’omicida è stata G.B., ex badante delle due sorelle, che ha stamane confessato tutto alle forze dell’ordine. L’uomo, 41enne di Baronissi, ha raccontato la dinamica della vicenda.

Sabato pomeriggio ha scavalcato il muro entrando nell’abitazione della famiglia a cui aveva badato fino a poco tempo prima. Dopo aver chiuso Isidoro, fratello malato ed allettato della sorelle, ha poi rubato 3.400 euro. Le sorelle, però, l’hanno sorpreso sul fatto e quindi lui, afferrando un bastone di ferro, ha tentato di spaventare le sorelle e fuggire. Poi, quando ha capito di non riuscirci, le ha aggredite.

Le telecamere di videosorveglianza presenti nella zona sono state fondamentali per arrivare ad individuare il 40enne,incastrato anche dall’impronta di una scarpa.

Altro dettaglio, di cui però il ladro non era a conoscenza, è che in casa la Polizia ha trovato un vero e proprio “tesoro” di 380.000 euro in due cassetti della stanza dove il fratello era stato rinchiuso. L’uomo è ora sottoposto a fermo per rapina impropria, omicidio e tentato omicidio. A casa dell’ex badante infatti sono stati individuati i 3400 euro, provento del furto compiuto.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar