Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Battipaglia, lo straordinario intervento su un paziente di 91 anni

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

BATTIPAGLIA. La scorsa settimana, l’equipe di Chirurgia Generale dell’Ospedale “S. Maria della Speranza” di Battipaglia diretta dal dottore Francesco La Rocca ha eseguito su un paziente di 91 anni un intervento in urgenza per una occlusione intestinale determinata da una neoplasia della giunzione retto-sigomoidea.

L’intervento di resezione intestinale è stato eseguito con tecnica laparoscopica mini-invasiva utilizzando la tecnologia Ultra-HD 4K 3D, recentemente acquisita. Anche grazie all’ausilio di tale tecnologia è stato possibile effettuare una anastomosi colo-rettale in sicurezza, evitando al paziente il disagio della colostomia. Il paziente è stato dimesso ieri in eccellenti condizioni generali, totalmente autonomo, a 1 settimana esatta dall’intervento chirurgico. Con il dottore La Rocca, hanno partecipato all’intervento il dottore Domenico Caputo e lo strumentista Cosimo Palo. La parte anestesiologica, coordinata dal dottore Fernando Chiumiento, è stata curata dalla dottoressa Anna D’Elia e dal dottore Ugo Tozzi.

Un plauso particolare va ai due coordinatori infermieristici del complesso operatorio (Sergio Forlenza) e della Chirurgia Generale (Nina Martinangelo) per la brillante assistenza intra e post-operatoria. Questo eccezionale risultato è frutto della collaborazione multidisciplinare e dell’impegno delle varie figure professionali coinvolte nel processo assistenziale e crediamo – recita una nota dell’Asl – possa essere annoverato come un esempio di buona sanità auspicabile e possibile al Sud e in Campania

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar