Operazione antidroga a Salerno, in carcere anche il rapper “Murzett”

Condividi sui social!

SALERNO. Rapper neomelodico e pusher, questo il curriculum di Gerardo Rispoli, nome d’arte “Murzett”, finito in carcere in seguito ad un’operazione antidroga condotta dai carabinieri alle prime luci della giornata di venerdì.

È passato da Facebook e Youtube al carcere di Fuorni, dove è stato accompagnato dal Nucleo operativo della compagnia di Salerno che lo hanno acciuffato mentre si trovava nell’abitazione di Ciro Persico, insieme ad Ugo Ventre, in quella che gli inquirenti sospettano fosse una riunione strategica mirata ad organizzare lo spaccio nella città capoluogo.

Sui social si presentava come un rapper “di protesta”, la sua pagina Facebook è accessibile a pochissime persone. Una vasta galleria di video che lo riprendono per le strade, mentre rima, o mentre registra.

I suoi video contano diverse migliaia di visualizzazioni ed i suoi profili e pagina sono molto seguiti. Tempo fa rispose ad una domanda che chiedeva se la sua pagina Facebook fosse inattiva dichiarando: «no c’è sempre, mo vediamo un po’… nun so i mi piace a fare un rapper ma la merda che scrive».

Nei suoi video, girati rigorosamente nel suo quartiere con i suoi vicini, visibili anche i volti di alcuni giovani che sono, come lui, finiti nelle mani della giustizia.

Erano le 6 del mattino quando i suoi sogni da rapper sono fermati dall’intervento dei carabinieri. I militari l’hanno trovato seduto ad un tavolo con alcuni grammi di hashish davanti. Una riunione, quella di “Murzett” e dei suoi soci, necessaria a programmare le azioni di spaccio. Un’operazione da diverse centinaia di migliaia di euro. Secondo i calcoli degli inquirenti la merce, sul mercato, avrebbe fruttato oltre 300mila euro. Nei prossimi giorni, comparirà dinanzi al magistrato per la convaluida dell’arresto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *