Napoli: giovane detenuto di 21 anni finisce in coma in seguito a forti emicranie

Condividi sui social!

Napoli. Questa mattina un giovane detenuto al carcere di Poggioreale, Antonio Michele Elia, ha avvertito le sentinelle di accusare forti dolori alla testa, dolori che perseguitavano il ragazzo da un po di tempo, gli colpivano solo un lato della testa, all’altezza dell’occhio.

In seguito a questa segnalazione il giovane è stato immediatamente trasportato alla sala rianimazione all’ospedale San Paolo, in seguito per analisi più approfondite è stato trasferito al Cotugno, fino poi a giungere nella sala di rianimazione del Cto dove il ragazzo è finito in coma.

A causa di questi forti dolori che percepiva da tempo il ragazzo sotto prescrizione medica era stato sottoposto ad una cura di antibiotici e antidolorifici, che lo avevano portato a non mangiare più.

Allo stato attuale, Antonio è ricoverato in una stanza della terapia intensiva al Cto, con una sospetta infezione cerebrale, si trova in uno stato di coma sorvegliato attentamente dai medici.

Forte la rabbia di associazioni e parenti del giovane detenuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *