Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Taglio dei Parlamentari, De Luca: “Stipendi invariati, non è cambiato nulla”

Home / News / Campania / Taglio dei Parlamentari, De Luca: “Stipendi invariati, non è cambiato nulla”
/
/
/

Vincenzo De Luca parla del Taglio dei Parlamentari alla trasmissione “Barba e Capelli2 di Radio Crc.

«Taglio dei Parlamentari? Dormiremo tutti tranquilli, perfino con una punta si soddisfazione. Dobbiamo però affermare che non è cambiato nulla, gli stipendi sono rimasti invariati. E’ una misura inutile dal punto di vista sostanziale: bisognava eliminare il doppio passaggio tra Camera e Senato.

Quello che rallenta i lavori parlamentari è l’uguaglianza tra Camera e Senato. Negli Stati Uniti il Senato è composto da un senatore per ogni Stato. Bisognerebbe avere molta serietà e poca demagogia: hanno fatto un’altra sfilata dinanzi Montecitorio.

Tutte queste chiacchiere che sento da anni sono cose da prima Repubblica, come accordi ed alleanze, senza parlare dei veri problemi dei cittadini.

Nessuno si è tagliato lo stipendio e non è stata cancellata la parte della legge Severino che difende la casta: la condanna in primo grado per il reato di abuso d’ufficio può rovinare la vita degli amministratori locali, ma questo non si applica a parlamentari, ministri, viceministri e sottosegretari, non si capisce perché questo privilegio non venga cancellato, a confermare tante prese in giro che si consumano poi rispetto all’opinione pubblica.

Su questa materia bisognerebbe avere molta serietà e meno demagogia. Ho visto che i Cinque Stelle hanno fatto un’altra sfilata davanti a Montecitorio: mi ha ricordato quella che hanno fatto quando hanno abolito la povertà con il reddito di cittadinanza. Mi auguro non facciamo la stessa fine. Pensiamo alle questioni serie che riguardano in primo luogo lavoro e sanità».

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar