Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :

Mercato S.Severino: Simone Ferrara e Giusy Citro alla ribalta nazionale nel Tango Argentino

Home / News / Campania / Mercato S.Severino: Simone Ferrara e Giusy Citro alla ribalta nazionale nel Tango Argentino
/
/
/

Il giovanissimo sanseverinese Simone Ferrara e la sua compagna Giusy Citro stanno raccogliendo successi in serie nel campo del Tango Argentino.
La giovane coppia ha vissuto nel 2018 il suo anno di grazia vincendo il titolo nazionale e regionale nella categoria “Amatori Beginners” partecipando, inoltre, alla fiction RAI “I Bastardi di Pizzofalcone” nel ruolo, logicamente, dei ballerini di tango argentino.
Un successo proseguito poi nel 2019 quando la giovane coppia è stata ospite di “Miss Suisse Francophone” e del Giffoni Film Festival.

Ventitre anni per Simone, venticinque anni per Giusy, la coppia è giovanissima anche per quanto riguarda il tango se si considera che la pratica di questa nobile arte è iniziata da meno di cinque anni.
Un lasso di tempo relativamente breve ma che non ha impedito a Simone e Giusy di raccogliere numerosi successi e riconoscimenti, visibilità a livello nazionale ed europeo, oltre che di fondare ed avviare l’ASD 2Show Academy” che nasce proprio a Mercato S. Severino e che Simone e Giusy, nelle vesti di istruttori abilitati, hanno fortemente voluto allo scopo di promuovere e divulgare l’arte del tango a 360°.

L’Assessore allo Sport Giuseppe Albano non ha voluto far mancare il suo messaggio di sostegno ai giovani ballerini sanseverinesi.
“A Simone e Giusy vanno innanzitutto i complimenti per il percorso compiuto ed i traguardi raggiunti. Ma il complimento più sentito da parte mia è quello di aver voluto avviare un’attività che promuova nella nostra Città l’arte del tango”.

Congratulazioni giunte anche dal Sindaco Antonio Somma.
“L’apertura di una ASD allo scopo di promuovere questa disciplina nella nostra Città è, a mio avviso, il risultato e l’ambizione più bella. Due giovani ragazzi, a cui vanno i miei più vivi complimenti ed un grosso in bocca al lupo per il futuro, che non si cullano sugli allori ma intraprendono un percorso di condivisione di un’arte, bella ma al tempo stesso poco conosciuta, come quella del ballo”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar