Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Rapine sulla Litoranea tra Eboli e Battipaglia, poi la fuga in Austria: beccato ed arrestato il capobanda

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 1 minuto

EBOLI/BATTIPAGLIA. Aveva trovato rifugio in un piccolo paesino in Austria il rapinatore di origini marocchine, di trent’anni ritenuto dai carabinieri della compagnia di Battipaglia a capo del gruppo che tra ottobre e novembre dello scorso anno ha effettuato una serie di rapine lungo la litoranea, facendo registrare anche un tentato omicidio.

Per questi reati lo scorso 1 luglio sono stati già arrestati altri due cittadini di origine marocchina, mentre era ancora ricercato il capo della banda. L’extracomunitario, grazie alla segnalazione giunta dai carabinieri di Battipaglia, è stato fermato a Vienna, dove era arrivato clandestinamente viaggiando in Europa fino a trovare rifugio in un paesino dell’Austria dove pensava di essere riuscito a far perdere le sue tracce.

Ora (a seguito della richiesta del mandato di arresto europeo) verrà estradato per essere giudicato dal Tribunale di Salerno.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar