Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Agropoli: raccolte già 30mila firme per riaprire il pronto soccorso

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

Raccolte, nel giro di pochi giorni,  30mila firme per la petizione lanciata on line per la riapertura del pronto soccorso di Agropoli. Un appello, una richiesta portata avanti, in primis, dai genitori del piccolo Tommaso Gorga, il giovanissimo 15enne morto a causa di un grave incidente stradale avvenuto a Castellabate il 18 settembre scorso.

“I soccorsi sono immediatamente arrivati sul posto ma il pronto soccorso più vicino era a Vallo della Lucania, a circa 50 km di distanza e con un tragitto durato circa 50 minuti. Per i medici di Vallo della Lucania, nonostante abbiano provato in ogni modo a salvare la sua giovane vita, non c’è stato nulla da fare”, si legge nella petizione lanciata da Claudia Costa su Change.org e indirizzata al ministro della salute Roberto Speranza, al presidente della regione Campania Vincenzo De Luca e ai sindaci di Castellabate, Agropoli e Capaccio Paestum.

“Non è possibile descrivere il dolore di un padre, della sua famiglia e dei suoi cari per la perdita del bene più prezioso: il proprio figlio. E’ troppo, non è sopportabile, non può e non potrà mai essere sopportata la perdita di un figlio. Mai. C’è solo una cosa che può rendere più sopportabile questo dolore: far sì che non sia stata una morte inutile, che sia servita a qualcosa. E a cosa potrebbe essere servita? A far sì di decidere che le istituzioni rendano i soccorsi più accessibili, più mirati, più presenti”. Queste le dolorose e composte parole del padre della giovanissima vittima.

“In un luogo strategico per il Cilento, con una popolazione dei comuni limitrofi di circa 55mila abitanti, che si triplicano almeno nei mesi estivi, è a dir poco assurdo che non ci sia un presidio di primo soccorso. A rendere la cosa ancora più incredibile è che ad Agropoli esiste già una struttura ospedaliera, anche di grandi dimensioni, ma è sottodimensionata e senza pronto soccorso” sottolineano i promotori della petizione.

“Pertanto, per la tutela della salute degli abitanti della zona, dei numerosi villeggianti che la popolano durante il periodo estivo, ed in memoria del piccolo Tommaso, chiediamo l’immediata riapertura del pronto soccorso di Agropoli”, si legge sul sito.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar