Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Cava de’Tirreni: riapre al pubblico la biblioteca Comunale, ecco le regole da seguire

img
/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

Da domani, lunedì 11 ottobre 2021, la Biblioteca Comunale “Can. A. Avallone” e l’Archivio Storico Comunale riaprono anche in presenza. Per l’accesso sarà necessario prenotarsi, almeno 24 ore prima, telefonando al n. 089 682 345, dalle ore 12.00 alle ore 13.00, dal lunedì al venerdì, indicando il volume o il fascio d’Archivio che si intende consultare.
Agli utenti verrà assegnato un numero ed un orario d’ingresso che dovrà, necessariamente, essere rispettato. In particolare, il pubblico potrà accedere alla sala di consultazione della Biblioteca il lunedì, il mercoledì ed il venerdì mattina o anche il martedì ed il giovedì pomeriggio. Per la consultazione dei libri, anche nella struttura, è sempre disponibile on line, il catalogo dei beni librari della Biblioteca, all’indirizzo http://opac.regione.campania.it/

Per accedere alla Biblioteca ed all’Archivio Storico, in ottemperanza al Protocollo di Sicurezza Sars-Cov 19 Biblioteca Avallone del 20/09/2021 e delle disposizioni governative (art. 3 del D.L. 105/2021) previste per tutti i luoghi di cultura italiani, a partire dal 6 agosto 2021 è obbligatorio esibire la certificazione verde covid 19, green pass, corredata di un valido documento di identità.

Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica.
– La guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi);
– L’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).
In assenza del green pass, certificazione verde covid 19, non sarà consentito l’accesso.
La verifica avviene all’ingresso della biblioteca tramite esibizione del green pass in formato digitale o cartaceo insieme a un documento di riconoscimento valido. La certificazione contiene un codice QR che viene letto da un’apposita app e viene generata in automatico se:
– è stata effettuata la prima dose o il vaccino monodose da 15 giorni
– si è risultati negativi a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti
– si è guariti da COVID-19 nei sei mesi precedenti.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar