Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Campania, Pnrr e sanità: parla il presidente De Luca

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

CAMPANIA. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha parlato ieri, in conferenza stampa, del nuovo piano sanità.

“Ci avviamo verso un ritorno alla normalità che in Campania sarà molto prudente e responsabile. Con i soldi del Pnrr – ha detto il presidente De Luca – investiremo oltre 380 milioni di euro, con 100 immobili da ristrutturare e 33 nuove costruzioni.

Ci saranno 169 case per la comunità (una ogni 40/50 mila abitanti), 45 ospedali della comunità per ricoveri brevi con una capienza media di 20 posti letto e 58 centrali operative territoriali, innovative e tecnologicamente avanzate. Il programma sarà completato entro tre anni, nel 2025. E’ un investimento enorme, saranno a disposizione della Regione 130 milioni di euro per l’acquisto di grandi apparecchiature tecniche, avremo 7 nuove risonanze, 47 tac, e cosi via. Abbiamo 160 milioni ulteriori destinati alle Asl per completare il programma di digitalizzazione delle nostre aziende e ospedali. Vogliamo realizzare il fascicolo sanitario elettronico, un obiettivo estremamente ambizioso perché ogni cittadino avrà la sua storia sanitaria.

Le case di comunità dovranno gestire e ridurre le congestioni dei pronto soccorso, abbiamo un riversarsi dei pazienti negli ospedali. Dobbiamo evitare arrivi immotivati, il 70% può stare tranquillamente nelle strutture territoriali. Dobbiamo anche avere una possibilità di cura per i malati cronici, domiciliati. Affrontiamo il problema del 118 con le centrali operative territoriali che orienta il paziente su dove andare. Oggi l’unico canale è 118-ospedale. Le case di comunità devono essere il luogo per fare screening oncologici, soprattutto per tumore al seno, colon-retto, utero. Un dato che dobbiamo correggere come priorità assoluta perché in questi anni siamo rimasti indietro”.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar