Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Salerno, accoglienza profughi dall’Ucraina continua: la task force

/
/
/

Tempo di Lettura: 3 minuti

SALERNO. Anche oggi sono continuate le attività del Gruppo Comunale di Protezione Civile, guidato dal Capito Mario Sposito, impegnato da diversi giorni nelle attività di raccolta e stoccaggio dei beni di necessità primaria da mettere a disposizione della popolazione Ucraina.

Nella mattinata di oggi sono stati, inoltre, distribuiti i primi colli contenenti alimenti per bambini ed alimenti che possono essere consumati senza cottura. Gli alimenti sono stati consegnati presso il centro di raccolta allestito dai cittadini ucraini nella zona centrale della città, a ridosso del mercato di Via Piave. A partire da lunedì prossimo comincerà la consegna dei beni raccolti presso la Struttura della Protezione civile regionale, sita presso la Sopi di Salerno.In prima linea, il Comitato di quartiere San Francesco che, per questa iniziativa, ha collaborato con gli studenti, i docenti e la dirigente scolastica Carmela Sant’Arcangelo del liceo Torquato Tasso. La presidente del comitato, Laura Vitale, “ringrazia i cittadini del nostro quartiere e quanti hanno risposto all’appello”. “Saranno a breve affisse ,sulla porta d’ingresso del Comitato oltre che sui social, indicazioni su possibile altra raccolta” fa sapere il responsabile del settore giovanile dello stesso comitato Francesco Apicella.

Una task force d’Istituto disponibile da subito per il supporto di ogni ragazza e ogni ragazzo esuli, molti dei quali giungeranno in Italia anche senza la famiglia di accompagnamento. È quanto ha promosso ed organizzato il dirigente scolastico del Profagri di Salerno, Alessandro Turchi, recependo subito quanto prescritto dalla circolare del Ministero Istruzione del 4 marzo con cui si chiede alle scuole di favorire l’accoglienza di questi giovani studenti esuli, anche con supporto linguistico e psicologico. La task force, che sarà disponibile per tutte le sette sedi dell’Istituto e che eventualmente svolgerà anche servizio di consulenza per altre scuole, sarà composta da un docente di supporto organizzativo, un docente di lingua inglese ed uno psicologo esperto.

“ In considerazione della grave situazione che sta sconvolgendo la Nazione Ucraina e della emergenza umanitaria che si è venuta a creare con tantissime famiglie costrette alla fuga per via delle violenze e dei bombardamenti, abbiamo ritenuto fondamentale muoverci da subito per garantire ogni forma di supporto- ha dichiarato il dirigente scolastico Turchi- garantire il diritto allo studio e il supporto psicologico a bambine e bambini, ragazze e ragazzi in fuga dai territori coinvolti nella guerra in atto è un loro diritto ed un nostro dovere civile e umano”. Il dirigente scolastico ha inviato la nota sulla disponibilità all’accoglienza e sull’istituzione della task force a tutti i docenti, al comune e alla provincia di Salerno.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar