Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Notte di paura per un 24enne sul Monte Polveracchio: salvato dai Soccorso Alpino

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

E’ stato concluso alle prime luci dell’alba, un intervento di ricerca e soccorso sul monte Polveracchio, da parte del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Campania. L’allarme è arrivato intorno alla mezzanotte da parte dei carabinieri di Campagna: un ragazzo del posto di 24 anni aveva deciso di trascorrere la notte in tenda sul monte, ma il forte vento in vetta ha spazzato via la tenda lasciandolo all’addiaccio con il solo sacco a pelo. Il giovane, spaventato, ha chiamato la famiglia, spiegando di essere infreddolito e senza un riparo e i parenti, a sua volta, hanno allertato il militari che hanno poi chiesto l’intervento del Cnsas.

Immediatamente, i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania sono partiti alla volta del Polveracchio per raggiungere il ragazzo e, nello stesso tempo, è stato richiesto anche l’intervento dell’Aeronautica Militare che ha fatto decollare un velivolo da Pratica di Mare. La squadra di terra del Cnsas si è incamminata lungo i sentieri verso la vetta del Polveracchio. Intanto, l’elicottero dell’Aeronautica Militare ha caricato a bordo un tecnico del Cnsas e si è diretto verso il punto segnalato, ha calato il tecnico con il verricello e, visto che il giovane non presentava problemi sanitari, ha recuperato entrambi, sempre al verricello. Il ragazzo è stato trasportato fino al campo sportivo di Campagna e lì consegnato ai carabinieri.

Siamo sempre pronti, sempre disponibili a qualsiasi ora e con qualsiasi condizione meteo, anche se la Regione Campania sembra averlo dimenticato. Sono oramai mesi che non contribuisce più in alcun modo al sostentamento del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania, nonostante le Legge Regionale 21/19.

Il rischio è che nell’arco di qualche settimana questo Corpo di Tecnici Specialisti potrebbe non avere più una capacità operativa sufficiente per assicurare un soccorso efficace su tutto il territorio regionale.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar