Cava de Tirreni: susseguirsi continuo di furti in casa, cittadini esasperati

Condividi sui social!

Sembra proprio non volersi placare il fenomeno dei furti in appartamento a Cava de’ Tirreni. Solamente durante la giornata di domenica si sono consumati nella frazione di Sant’Anna ben tre furti, due sventati ed uno andato a segno.

I tre tentativi di furto si sono consumati tutti in via Vitale. Secondo una prima ricostruzione dei fatti alle forze dell’ordine da parte di alcuni testimoni, i furti sono ad opera di una banda di ladri composta da quattro elementi: tre uomini in un’auto nera e un quarto che agiva all’interno delle abitazioni.

Il primo tentativo di furto non si sarebbe concretizzato poiché il ladro si sarebbe accorto delle telecamere di videosorveglianza. Il secondo tentativo, in una proprietà vicina, è stato sventato dal forte abbaiare del cane da guardia. Non sono stati altrettanto fortunati i proprietari della terza casa che al momento dell’effrazione non erano presenti.

Qui il ladro ha potuto agire indisturbato. Entrato nell’abitazione, ha scassinato la cassaforte prelevando quanto vi era all’interno; poi continuato la ricerca di preziosi mettendo in subbuglio tutta l’abitazione prima di scappare con i suoi complici.

Inoltre, nella notte tra venerdì e sabato scorso, c’è stato anche un tentativo di furto negli uffici della Lamberti Food, l’azienda che si occupa del settore Horeca, a Santa Lucia. Due malviventi, dopo aver avvelenato il cane da guardia, sono penetrati nello stabilimento per poi scappati frettolosamente. Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso la scena di quanto accaduto.

E’ da più di un anno che le frazioni di Cava de’ Tirreni sono soggette a numerosi furti in appartamento che hanno esasperato, messo in ginocchio e fanno vivere nella paura i residenti soprattutto delle frazioni collinari.

Per quanto riguarda gli ultimi furti non è stato possibile prendere il numero di targa dell’automobile scura, ma si parla di un’Audi. Adesso si aspetta solo che la giustizia faccia il suo corso.

Fonte: Amalfinotizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *