Napoli: 19enne accoltellata dal suo ex ragazzo sul lungomare, gravi le sue condizioni

Condividi sui social!

Napoli. Una ragazza di 19 anni è stata ferita gravemente nella zona del lungomare  con diverse coltellate da parte di un uomo, poi rintracciato e bloccato dai Carabinieri che stanno indagando sull’accaduto.

La giovane ora è in gravi condizioni, ed è stata portata all’ospedale Loreto Mare dove si trova ricoverata in prognosi riservata.

I sanitari hanno riscontrato 5 ferite da taglio importanti distribuite tra il torace e gli arti e sono in corso i primi accertamenti diagnostici per stabilire il quadro clinico della vittima, assistita con un codice di massima urgenza.

Ad accoltellare la giovane secondo i militari sarebbe stato il suo ex fidanzat, Antonio Bocchetti, 25 anni, con precedenti non legati al crimine organizzato. L’accusa è di tentato omicidio aggravato. Antonio e Morena, questo il nome della ragazza che versa in gravi condizioni ma non è in pericolo di vita, fino a qualche tempo fa stavano insieme e a maggio dello scorso anno hanno avuto un bambino.

Di recente lei quando la loro relazione era ormai finita ha iniziato a frequentare un altro ragazzo. Quando l’aggressore oggi l’ha vista in compagnia del nuovo partner è scoppiata dentro di se tutta la sua ira.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori non ci sarebbe stata colluttazione, tutto si sarebbe svolto in maniera abbastanza rapida. L’intervento dei presenti ha messo in fuga il ragazzo che si è diretto in direzione del consolato americano, poco distante dal lido dove è avvenuto il fatto. Qui un vigilante in servizio lo ha indicato a una pattuglia dei carabinieri che passava di lì e che lo ha bloccato ancora sporco di sangue. Poco distante è stato rinvenuto il coltello utilizzato per ferire la ragazza e di cui l’aggressore si era disfatto durante la fuga. Antonio Bocchetti è stato condotto a Poggioreale. Mentre Morena, che ha riportato ferite al tronco, agli arti e a un polmone, resta in prognosi riservata al Loreto Mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *