Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
adimage

Montecorvino Pugliano, officina meccanica abusiva: arrivano i sigilli

/
/
/

Tempo di Lettura: 2 minuti

MONTECORVINO PUGLIANO. I militari delle Stazioni Carabinieri Forestale di Giffoni Valle Piana e di Acerno hanno controllato, nel comune di Montecorvino Pugliano, un capannone dove erano in corso di svolgimento riparazioni di autoveicoli. In particolare, nella struttura erano presenti: un numero significativo di veicoli (venticinque) alcuni dei quali smontati ed in corso di lavorazione sui ponti sollevatori; tipici strumenti da lavoro di un’officina meccatronica ovvero ponti sollevatori, pressa idraulica, aspira olio e vasca per il lavaggio di parti meccaniche.

I militari hanno accertato l’assenza di titoli abilitativi all’esercizio dell’attività di autoriparazione e l’assenza dei registri rifiuti, quindi l’impossibilità di ricostruire e quantificare la gestione e lo smaltimento dei rifiuti prodotti nel tempo e di quelli rinvenuti. I rifiuti presenti nel capannone (motori e loro parti, pezzi di carrozzeria, olio stoccato in contenitori di fortuna, filtri olio/aria/gasolio, batterie esauste…) rientrano, tra l’altro, nella categoria dei rifiuti speciali ed alcuni anche fra quelli di natura pericolosa per l’ambiente; si presentavano inoltre miscelati e gestiti in assenza dei normali criteri di differenziazione per tipologia oltre che di sicurezza antincendio. Alla luce di quanto accertato, i militari hanno provveduto ad interrompere l’attività abusiva di autoriparazione, a porre sotto sequestro il capannone con le attrezzature ed i rifiuti rinvenuti ed a comunicare all’Autorità Giudiziaria la gestione illecita di rifiuti prevista dal Testo Unico Ambientale.

Commenta

This div height required for enabling the sticky sidebar